fbpx

Come battere la

Concorrenza online

Come si può battere la concorrenza dei colossi della vendita online?

La concorrenza tra due o più aziende e-commerce può essere paragonata ad una guerra fredda in cui spesso ci si spinge anche ad azioni irresponsabili. Come abbasare il costo dei prodotti ad un margine molto basso. Ma contro i Big , è spesso una battaglia persa in partenza, a meno che non si utilizzino strategie mirate e logiche.

Una battaglia persa in partenza?

Certo che no. Prima di tutto va compreso che per battere un e-commerce competitor o Big e-Commerce, è fondamentale avere bene a mente quali sono i punti da tenere sempre sott’occhio:

  1. Impara da chi è più bravo di te
  2. Non bisogna mai scontrarsi a viso aperto chi è più grande di noi
  3. Spingere su dei settori di nicchia dove i big non possono e non sanno essere presenti
  4. Offri schede prodotto e informazioni ricche e complete, fai capire che sei competente in quel segmento di prodotti
  5. Modelli di Business unici e non ripetizioni di altri e-commerce magari anche scadenti
  6. Prediligi le azioni di Marketing finalizzate a raccogliere nominativi e persone che ti seguono, non ordini come primo obiettivo
  7. Strategia: come in ogni partita business serio e professionale è il primo punto in assoluto

1-Impara da chi è più bravo di te

Per battere questi grandi e-commerce è impensabile affrontarli subito a viso aperto. Cominciamo offrendo soluzioni e servizi che loro non hanno e non possono avere.

2- Non scontrarsi mai a viso aperto con chi è più grande di noi

Affrontare un e-commerce con potenza di fuoco illimitata cercando di fargli concorrenza diretta non è sbagliato è da stupidi. Di solito chi decide di vendere Online prodotti che hanno anche grandi distributori. Dopo aver fatto pubblicità, speso soldi e tempo, passa a l’unica soluzione secondo lui vincente, quella del prezzo. Abbassando quindi il proprio margine.

Usiamo la migliore via l’intelligenza con una strategia mirata

Sfruttando gli slogan sui prezzi è una strategia a dir poco perdente con frasi tipo: “il nostro prezzo è il più basso di sempre oppure” “la nostra qualità è impareggiabile” “i nostri prezzi i migliori”. Se rivendi un prodotto che hanno già altri negozianti, hai solo due possibilità:

  1. Cambi prodotti
  2. Cambi strategia.

3- Spingere su dei settori di nicchia dove i big non possono e non sanno essere presenti

I grandi e-commerce hanno potenza ma anche limiti. Devi aggirarlo e quindi cercare di offrire ciò che lui non ha in prodotti o servizi. Non è affatto semplice ma neanche impossibile. Individua una nicchia con prodotti e servizi che loro non hanno o non possono avere, e diventa un riferimento fisso. Un esempio può essere la vendita di prodotti che necessitano di installazioni. Per esempio attrezzature sportive professionali. Magari avendo una rete di installatori che ti garantisce un successo in quella nicchia di mercato.

4- Offri schede prodotto e informazioni ricche e complete, fai capire che sei competente in quel segmento di prodotti

Una delle pecche maggiori dei grandi siti come i market place è la mancanza di informazioni dettagliate sui prodotti. Offrire schede prodotto dettagliate, guide all’acquisto ed informazioni ti porterà col tempo ad avere clienti che ritorneranno. Inevitabilmente ti chiederanno un consiglio e potrai vendergli ciò che vorrai evitando la guerra degli sconti. Naturalmente la tua proposta poi deve virare verso prodotti che hai solo tu o comunque con poca concorrenza. Se con prezzi controllati dal produttore meglio ancora.

5- Modelli di Business unici e non ripetizioni di altri e-commerce magari anche scadenti

Il modello di business è la base di un e-Commerce, senza un modello di business di qualità, difficilmente si ha successo. Il modello di business se vincente può sopperire a mancanze nel proprio sito e-Commerce.

6- Prediligi le azioni di Marketing finalizzate a raccogliere nominativi e persone che ti seguono, non ordini come primo obiettivo

La prima filosofia di un e-commerce manager inesperto è quella di trasformare il proprio traffico in vendite. Mai cosa più sbagliata. O meglio vera in parte. È vero che senza vendite non ha senso un negozio, ma convincere della propria qualità, servizi, professionalità, non è affatto semplice. Una buona partenza sarebbe quella di non vendere subito, ma trasformare il traffico in utenti registrati. Collezionando quindi email sulla quale poi faremo strategie di conversione. Oltre che la solita Newsletters. Questo metodo ormai testato può incrementare le vendite di un e-commerce anche del 20% perché porterà lentamente gli utenti a fidarsi di noi.

7- Strategia: come in ogni partita business serio e professionale è il primo punto in assoluto

Uno degli errori più comuni dei tanti e-commerce è quello di non aver una strategia concreta, la colpa è dovuta al fatto che i gestori non conosco dei punti fondamentali come:

  • Il mercato di vendita
  • come operano i competitor
  • dove sono posizionati nel mercato
  • come fare concorrenza seriamente

Conoscendo bene il mercato e la collocazione del proprio e-commerce, è possibile attuare strategie a breve, medio e lungo termine. Che possano aggredire il mercato. Strategia non significa copiare gli altri, non è fare pubblicità senza sapere cosa si vuole ottenere. Strategia non è scontare i propri prodotti all’osso, o meglio scontarli si ma con uno scopo ben preciso.

Conclusione:

A questo punto è chiaro che per battere la concorrenza di un e-commerce competitor è fondamentale differenziarsi e offrire soluzioni nuove. Senza dimenticare che è indispensabile conoscere benissimo come muoversi e come attuare una strategia vincente.

×