fbpx

Velocizza un sito WordPress

I punti più importanti per velocizzare un sito fatto con WordPress

Hai realizzato il tuo sito web, magnifico. Hai usato WordPress il cms più famoso al mondo. Graficamente perfetto, design accattivante. Noti anche che da mobile ha una ux straordinaria. Ma non sei soddisfatto, ti manca qualcosa. Hai notato che non è fluente, è lento nella navigazione. Facendo un’analisi usi vari tools come GtMetrix Pagespeed ottieni dei risultati pessimi.

Quali sono le cause di questa lentezza su WordPress?

WordPress è un’ottima piattaforma ma di base non è ottimizzata. Fa uso di tantissimi temi e tantissimi plugin. Il problema è che non tutti i temi e i plugin sono realizzati in modo da offrirti anche buone prestazioni. Temi e plugin sono realizzati senza tenere mente le prestazioni e possono far diventare molto lento il tuo Sito Web. Mettici pure un servizio di Hosting Web scadente ed che il tuo sito diventa lento come non mai.

Delle domande nascono spontanee…

Se ti stai chiedendo “Perché il mio sito WordPress è lento?” o “Come posso velocizzare il mio sito in WordPress?”allora continua a leggere questa guida e riceverai aiuti e suggerimenti.

Essere veloci è fondamentale e scopriamo perché:

La velocità è cosi importante sul web? Google prende molto in considerazione la velocità di caricamento di un sito. Ed il posizionamento sulle sue pagine di ricerca viene valutato anche da questoQuindi se il tuo sito risulta lento, preparati a perdere posizioni e visitatori.  Prima di iniziare un ottimizzazione verifica il tempo di caricamento attuale del tuo sito usando gli dei tools come: Pingdom Tools, GTmetrix WebPageTest. Una volta effettuato il test è buona cosa salvare il report in modo da poterlo confrontare dopo effettuata un ottimizzazione. Seguendo passo passo i vari punti di suggerimento vedrai un miglioramento nel caricamento del tuo sito web.

Ecco alcuni consigli utili per velocizzare il tuo sito in WordPress:

 

  • Scegli un hosting performante e adatto al tuo traffico

Il primo passo per migliorare le prestazioni del tuo sito è avere un hosting performante con un’assistenza sempre disponibile. Risparmiare su questo aspetto significa non strutturare la base del tuo sito. Lo so, quando si inizia per la prima volta magari il budget è ristretto e i soldi sono pochi. Ma credimi ti accorgerai nel tempo che per avere risultati importanti non bisogna risparmiare sull’hosting. E se capita che il tuo sito web o blog riceve tantissimo traffico (per qualsiasi ragione), in molti casi con un hosting performante non avrai problemi. Mentre un hosting based economico è più soggetto a crash e viene messo offline. Gli hosting condivisi, a volte, per coprire le spese ospitano migliaia di siti web su lo stesso server. E sono accessibili tramite lo stesso indirizzo IP. Quest vuol dire che se uno dei siti ospitati viene penalizzato dai motori di ricerca questa penalizzazione può avere effetto anche sul tuo di sito.

  • Usa solo temi WordPress certificati W3C

Il tema ha un ruolo importantissimo e se l’utente non sa costruirsene uno da solo ci si affida ad un’azienda web che li sviluppa già pronti. All’inizio un pò tutti siamo tentati dai temi WordPress gratuiti. Ma sappi che non è la cosa giusta da fare perché con il tempo quel tema potrebbe non ricevere più aggiornamenti e in casi di errori non protrai ricevere assistenza. Molti dei temi gratuiti per WordPress hanno tanto codice non necessario  o fatto male e non seguono le line guida di WordPress. Il risultato finale sarà che il tuo sito si caricherà lentamente per via delle tante richieste fatte al database o al tuo server. Non è detto che un tema a pagamento no effettui tali richieste anzi. Addirittura alcuni temi WordPress a pagamento per vendere di più aggiungono moltissime funzionalità che gran parte degli utenti non utilizzano proprio.

Tutte queste funzionalità in più fanno in modo che il tuo sito sia più lento

I temi di default di WordPress sono sempre più veloci e con un codice più pulito e abbastanza facili da personalizzare se si ha un pò di dimestichezza con HTML, CSS e JAVASCRIPT. Quindi o si sceglie di svilupparlo da soli o ci si affida a degli esperti.

  • Installa un plugin per la cache per WordPress

L’aspetto più importante dopo l’hosting è la cache. Su WordPress, se il tuo hosting non prevede un sistema di cache dovrai installare un plugin per caching. Che sia efficiente e che aiuti realmente il tuo sito ad essere più veloce. Un volta che installi e configuri correttamente un plugin per la cache noterai la differenza tra un pagina con la cache e una senza la cache. Un sistema di cache correttamente configurato crea una copia del tuo sito in maniera statica riducendo al minimo le richieste che vengono fatte al server. In questo modo quando un utente arriva sul tuo sito invece di vedere la pagina originale vede la copia dalla cache che si carica molto più veloce perché appunto non deve fare tutte le richieste al server per caricare i vari contenuti della pagina.

Alcuni plugin utili per la cache:

 WPRocket è il plugin WordPress per la cache più utilizzato con oltre 1.000.000 di download effettuati. Completamente gratuito con una versione anche a pagamento.

WP Super Cache è un altro plugin molto conosciuto ma molto più complesso da usare sviluppato già per un utente più smanettone e competente.

Simple Cache come ultimo plugin suggerito. Dotato anche lui di una versione free e molto intuitivo

  • Usa una CDN (Content Delivery Network)

La CDN viene usata per scaricare le risorse statiche dal tuo server. Risorse come file CSS, Javscript, immagini e altro. Questo processo fa in modo che il tuo sito si carichi più velocemente ma anche ad alleggerire il carico del tuo hosting.

I provider CDN memorizzano i contenuti statici nei loro data center in tutto il mondo. Quando un utente richiede uno di questi contenuti questi vengono caricati e serviti dal data center più vicino all’utente che li richiede. 

Ci sono moltissimi provider CDN come Amazon CloudFront, MaxCDN, KeyCDN e Cloudflare. Se sei un nuovo blogger e non riesci a sostenere i costi per una CDN a pagamento allora scegli CloudFlare. Puoi anche usare  commonWP che è un plugin che ti dà la possibilità di usare e abilitare una CDN gratuita.

  • Minificare i file CSS e Javascript

I siti web usano come linguaggi il CSS per lo stile e Javascript per le funzioni in front-end. Se usi WordPress ogni plugin che aggiungi al tuo sito può aggiungere ulteriori file CSS e Javascript al tuo sito. Se il browser comunica con il tuo sito usando il protocollo HTTP V1 allora vengono scaricati soltanto 4 file in modo parallelo. Immagina che il tuo blog ha circa 20 file CSS e Javascript. Quanto tempo e stato speso dal browser di un visitatore per connettersi al tuo host e recuperare questi file per visualizzare il tuo sito web? Il tutto dipende dalla qualità del hosting WordPress che hai scelto Per minificare i file CSS e Javascript puoi usare un plugin gratuito come Autoptimize. Questo plugin minifica e combina le tue risorse statiche (file CSS e Javascript) in un file con tutte le regole CSS e un file con tutto il codice Javascript, e li invia questi file al browser del tuo visitatore.

Ottimizzare le immagini del sito WordPress

Le immagini sono i file più pesanti e allo stesso tempo più necessari di qualsiasi pagina web. Questo perchè aumenta il coinvolgimento dell’utente. Se prima di essere caricate sul tuo sito non vengono ottimizzate il tuo sito risulterà parecchio lento. Ogni foto può arrivare anche a pesare 600/700 Kb e vanno compresse. Esistono delle soluzioni facili per ottimizzare le immagini del tuo sito WordPress. Se hai già caricato le immagini può usare qualche plugin come imagify e ShortPixel. Che ti danno la possibilità di comprimere le foto già caricate. La versione free è limitata e ti permettono di ottimizzare un determinato numero di immagini. Se invece ancora devi caricare le foto è buona cosa comprimerle. Puoi usare anche servizi online come il sito https://compressjpeg.com/it/ oppure https://www.iloveimg.com/it/comprimere-immagine.

Lazy Loading per le tue immagini

Il Lazy Loading ti aiuta a risparmiare banda e velocizzare WordPress. Ti starai chiedendo come, Continua con l’articolo…  

Il Lazy Load  mostra immagini, video e iframe a un visitatore soltanto quando saranno su quella parte di sito dove sono stati posizionati. Quindi se un utente non va in giù con la pagina le immagini non vengono caricate. Quindi quella determinata pagina è molto più veloce nel caricamento perché ci sono meno richieste al server. Alcuni plugin che svolgono questa funzione sono: Rocket Lazy Load o a3 Lazy Load.

Conclusione

La velocità di caricamento è un fattore importante nel posizionamento. Un sito poco performante e fatto male può perdere potenziali visitatori. Molti utenti abbandonano un sito web se questo non si carica in 3 – 4 secondi. Questo articolo ti consigliamo come velocizzare WordPress indifferentemente se lo usi per fare blogging o che sia un sito web aziendale.

Vuoi velocizzare il tuo sito?? Lo possiamo fare noi per te. Contattaci.